Aree tematiche

La letteratura gotica

È opinione comune far risalire la nascita della letteratura gotica all’uscita del romanzo di Horace Walpole “Il Castello di Otranto” nel 1784. Le caratteristiche comuni a questo tipo di romanzi sono l’ambientazione arcaica, le storie tormentate e ricche di eventi sanguinari o profezie di sventura. Il frequente ricorso al soprannaturale e la costante ricerca del pathos e della suspence sono altri elementi distintivi di questo genere. Le ambientazioni sono cupe e lugubri, spesso in castelli pieni di passaggi segreti e prigioni. Il paesaggio naturale è desolato o minaccioso, in genere una spoglia brughiera o una minacciosa foresta.

Alcune opere famose di questo genere letterario sono:

Il Castello di Otranto (H. Walpole)

I misteri di Udolfo (Ann Radcliffe)

Il monaco (M.G. Lewis)

Vathek (W. Beckford)

Malmoth (C. R. Maturin)

Alcuni critici sostengono che il goticismo è un sottogenere del romanticismo, altri lo vedono come un filone a parte; certamente sono stati due generi che incarnavano una sorta di ribellione al dominio della Ragione di stampo illuministico: grandi autori romantici come Byron, Shelley, Keats hanno scritto comunque opere che rientrano a pieno diritto nella categoria del “gotico”. Il gotico ha avuto anche un’espressione poetica, la cosiddetta “graveyard poetry”, i cui esponenti componevano versi che parlavano di rovine e di tombe, di oscurità e di morte. La fine del periodo della letteratura gotica “tout court” viene posta in genere verso il 1820, ma scrittori come Edgar Allan Poe e H.P. Lovecraft, seppur posteriori, sono unanimemente classificati come “gotici”, ed anche ai giorni nostri quello che è comunemente definito “gotico” occupa una discreta fetta della letteratura del terrore. Per quel che riguarda il cinema, parlando di fonti letterarie gotiche sono due i romanzi che vengono subito in mente e che hanno avuto innumerevoli adattamenti su grande schermo: “Dracula” di Bram Stoker e “Frankenstein” di Mary Shelley, anche se in genere le trasposizioni filmiche sono sempre state poco fedeli al testo originale.

Copyright © 2009 Otranto Point