Aree tematiche

Faro della Palascìa

Il faro di Capo D'Otranto, detto della "Palascìa", ormai ha quasi un secolo.

È situato poco fuori Otranto lungo la litoranea che dalla città dei martiri conduce fino Santa Cesarea. In questo punto la penisola Italica raggiunge il suo estremo punto orientale. Sempre i geografi vogliono che qui il mar Adriatico raggiunga il suo limite meridionale e quello Jonico inizia invece la sua avventura (la credenza comune vuole invece che le acque dei due mari si confondano di fronte a Santa Maria di Leuca).

Le coste balcaniche non distano da qui più di 70 km e nelle fresche giornate di tramontana o alle prime luci dell'alba non è difficile ammirare i Monte Acerauni o le isole Greche di Corfù e Seseno. La struttura del Faro si compone di due piani abitati dalle famiglie dei due guardiani del faro.

Fino agli anni '70 è stato utilizzato come vero e proprio faro, ma ormai non è altro che una costruzione in stato di abbandono. Ma pur se in stato di abbandono il faro conserva comunque un forte fascino anche per l’ubicazione, posto tra Punta Facì al Nord e la baia di Sant’Emiliano, quindi nella zona più bella e incontaminata di Otranto. Molto avversato è stato recentemente un progetto della Marina Militare che prevede la costruzione di due edifici, in questa località che tra l'altro è stata inserita nel parco di Otranto - Bosco di Tricase. La realizzazione di queste strutture creerebbe seri problemi dal punto di vista dell’impatto ambientale - paesaggistico.

Copyright © 2009 Otranto Point